Regione Veneto

Accertamento di Compatibilità Paesaggistica

Descrizione
La zona collinare del Montello, dalla mezzeria della strada statale n. 248 Schiavonesca Marosticana all’alveo demaniale del fiume Piave, è stata dichiarata area di notevole interesse pubblico con DM 14/04/1975.
I proprietari, possessori o detentori a qualsiasi titolo di immobili ed aree di interesse paesaggistico non possono distruggerli, né introdurvi modificazioni che rechino pregiudizio ai valori paesaggistici oggetto di protezione, pertanto hanno l'obbligo di presentare il progetto degli interventi che intendano intraprendere e non possono iniziare i lavori fino a quando non ne abbiano ottenuta l'autorizzazione.
L’Autorizzazione Paesaggistica non può essere rilasciata in sanatoria successivamente alla realizzazione, anche parziale, degli interventi, tranne nei casi previsti dall’art. 167 co. 4 del D. Lgs. 42/04, per i quali è possibile ottenere l’Accertamento di Compatibilità Paesaggistica:
  1. lavori, realizzati in assenza o difformità dall'autorizzazione paesaggistica, che non abbiano determinato creazione di superfici utili o volumi ovvero aumento di quelli legittimamente realizzati;
  2. impiego di materiali in difformità dall'autorizzazione paesaggistica;
  3. lavori comunque configurabili quali interventi di manutenzione ordinaria o straordinaria ai sensi dell'articolo 3 del d.P.R. 6 giugno 2001, n. 380.
Procedimento
Articolo 167 del D. Lgs. 42/04.
La domanda di Accertamento di Compatibilità Paesaggistica deve essere inoltrata in modalità telematica attraverso il portale Unipass, all’interno del quale sono elencati i riferimenti normativi e la documentazione necessaria.
Il procedimento prevede l’acquisizione del parere del soprintendente, che deve essere reso entro novanta giorni, e si conclude con il rilascio dell’Accertamento di Compatibilità Paesaggistica.
L’ottenimento dell’Accertamento di Compatibilità Paesaggistica estingue il reato penale ai sensi dell’art. 181 co. 1-ter del D. Lgs. 42/04.
torna all'inizio del contenuto